sagreinbasilicata

Settimana Santa e Pasqua a Montescaglioso

14 / 21 aprile - Montescaglioso (MT)
Settimana Santa e Pasqua a Montescaglioso a Montescaglioso

Settimana Santa e Pasqua a Montescaglioso. Riti religiosi,tradizioni secolari e devozione popolare unite in uno dei momenti più importanti per i cittadini di Montescaglioso: la Settimana Santa. Per capire questi giorni intensi si deve partire da lontano. Alla mezzanotte tra il Martedì Grasso e il Mercoledì delle Ceneri le campane di Montescaglioso risuonano per 40 volte. Il suono sancisce la fine del Carnevale e l'inizio della Quaresima e quindi di un periodo di penitenza.

Nelle strade compaiono sette pupazze nere e una bianca che rimarranno esposti per tutti i quaranta giorni. Le pupe nere, realizzate con stoffe e abiti usati, rappresentano le sette settimane della Quaresima e sono di dimensioni diverse: più grande la prima e più piccola l'ultima. La pupa bianca rappresenta invece la Pasqua. Ognuna ha un nome: Anna, Susanna, Rebecca, Rebanna, Pasqua, Pasquaredda, Palma e Pasquairanna.

La Settimana Santa inizia con la Domenica delle Palme e la benedizione delle palme e dei ramoscelli di ulivo. In passato i giovani appena fidanzati portavano in chiesa palme e ghirlande fatte con foglie di olivo e al centro vi appendevano gli ori da regalare alle fidanzate. Oggi le coppie che si sposeranno entro l'anno partecipano alla processione dopo la messa.

La sera del Giovedì Santo viene celebrata la Santa Messa nel corso della quale avviene la tradizionale lavanda dei piedi. Segue la tradizionale visita ai Sepolcri.

Il Venerdì Santo, giorno della morte di Cristo, si svolge la processione dei Misteri per le vie della città che con molta probabilità ha origine durante la dominazione spagnola. Vengono portate fuori dalle chiese le statue dei Misteri corrispondenti alle stazioni della Via Crucis. Al rito partecipano le quattro confraternite di Montescaglioso, con una o più statue. La prima ad essere portata fuori è quella della Madonna Addolorata che va di chiesa in chiesa a raccogliere le statue raffiguranti Cristo: alla colonna, soccorso dalla Veronica, incoronato Re con la canna tra le mani, crocifisso, disteso morto e tra le braccia della Pietà.

Chiude la processione l’Addolorata seguita dalla banda di Montescaglioso che intona solo marce funebri. La processione attraversa a passo lentissimo e lieve le strade della città fermandosi in tutte le chiese. Il corteo procede in silenzio, si ode solo il suono del Trozzl, uno strumento in legno che sbattuto dal priore scandisce il passo della processione. Arrivati alla Chiesa Madre il coro intona le Cantilene: canti in cui la Madre piange la perdita del Figlio.

I membri delle confraternite indossano l'abito tradizionale e solo in questa occasione hanno il volto coperto con un cappuccio a punta. Chi porta la croce e le lampade ha in testa una corona di spine, sono U 'mamun, figure che intimoriscono i bambini e di solito vengono evocati dalle madri (insieme ai Cucibocca) per intimorire i bambini e indurli all'obbedienza. A notte fonda la processione rientra in chiesa.

Il sabato notte, dalle 23, in chiesa Madre si tiene la veglia pasquale e la messa di Resurrezione.

Ultima modifica 27/02/2019 ore 12:29
Foto: La mia settimana santa


CONDIVIDI SU   FacebookTwitterGoogle+

Home Sagre in Basilicata Sagre in Basilicata Feste in Basilicata Mercatini e fiere Festival e rassegne Altri eventi in Basilicata Eventi di rilievo
Seguici su
Segnala un evento
ricerca avanzata »
Feste, sagre, eventi, mercatini a Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre
Sagre, feste, mercatini, eventi a Matera Potenza
Elenco feste e sagre
N.B. sagreinbasilicata.com non è in alcun modo responsabile per eventuali errori o omissioni contenuti nelle informazioni pubblicate
Chi siamo | Contatti | Termini di utilizzo | Privacy | Cookie